CHI SIAMO

ASSOCIAZIONE CULTURALE “ALEXANDRE MATTEI”

Sanzio

L’associazione nasce per onorare la memoria di un grande amico e di un grande musicista.

Alexandre Mattei, detto “Sanchez”, è deceduto il 28 aprile 2015 a soli 42 anni, per le conseguenze di una malattia cardiaca.
Nei pochi anni in cui ha vissuto è riuscito ad esprimere uno straordinario e poliedrico talento musicale, concretizzatosi peraltro in varie registrazioni ufficiali. Si è espresso a livelli assoluti come batterista e come chitarrista, cavalcando negli anni molti stili e generi musicali. Alexandre aveva unacapacità di apprendimento ed una creatività veramente rare e sbalorditive.
Noi amici di Alexandre, con il consenso dei familiari, ci siamo costituiti in associazione con un
duplice scopo:
-diffondere in ogni modo possibile la cultura musicale in Versilia, attraverso la realizzazione di concerti,
eventi, stages, e scuole di musica per i più piccoli e per i più sfortunati,
-raccogliere periodicamente fondi per sovvenzionare enti o associazioni che si occupano della cura dellepatologie cardio-vascolari, oppure per acquistare defibrillatori da istallare sul nostro territorio.
Grazie fin da ora per l’attenzione che vorrete dedicare alle ns. attività.

Perché Seravezza?

Il progetto nasce per portare nella Città di Seravezza un Festival musicale che possa durare e crescere nel tempo. L’idea è quella di differenziare creando un’offerta che al momento nessun altro Comune della Versilia possiede. Pietrasanta e Forte dei Marmi con la Versiliana e Villa Bertelli (musica, teatro e grandi eventi) raddoppiano un’offerta mainstream più o meno simile che necessita di grandi budget ed investimenti. Massarosa ha il Festival Jazz. Camaiore offre concerti estemporanei e rassegne estive/balneari a Lido. Viareggio ha una frammentazione di offerta e cmq si rivolge ad un turismo differente da quello della Versilia storica.

Perchè il Blues? 

La scelta del Blues non è causale e anzi coerente con la scelta distintiva a cui Sravezza può aspirare. Inanzitutto è un genere che si adatta benissimo alla cornice che lo ospita, Il Palazzo Mediceo, carico di atmosfera e storia. Inoltre a differenza di altri generi e rassegne, il Blues è “inclusivo” e potenzialmente attraente sia per un pubblico giovane che per un pubblico più adulto per il carattere popolare, trasversale e anche ludico della musica stessa. E’ molto seguito dagli stranieri e la presenza ogni anno di guest – star nazionali e internazionali può essere da richiamo per i molti stranieri che risiedono e gravitano in Versilia.

La titolazione

Per questa prima edizione e perché no anche per le future, abbiamo voluto intitolare il Festival ad uno dei nostri più “grandi” musicisti Alessandro Sanchez Mattei, recentemente e prematuramente scomparso dopo una lunga malattia di cuore. Nato e cresciuto in Versilia Il Sanchez (così lo hanno sempre chiamato gli amici e i colleghi musicisti) è stato un eccellente batterista e chitarrista e ha appertenuto a quella generazione di ragazzi che dagli anni ‘90 in Versilia ha vissuto principalmente di Musica e di Blues.

Le attività collaterali del Festival

Il Blues si adatta benissimo agli spazi aperti e a contesti di mercatini musicali, vintage, etnici nonché di specialità gastronomiche che possono essere complementari e caratterizzare nel tempo il Festival: Per esempio un’idea è quella di coinvolgere Birrifici Artigianali della zona (ne esistono di grande qualità a Viareggio e Forte dei Marmi)

Gli organizzatori

Produttore Luigi Grasso – promoter e giornalista lavora da 20 anni nel campo della musica e della comunicazione

Responsabile Commerciale e Organizzativo: Giuseppe Campatelli

Direttore Artistico Giovanni Grasso: musicista, direttore di scena , ( Renzo Arbore, Giorgio Panariello, Maddalena Crippa …….)

Direttore Tecnico  Max Poloni : Tecnico del suono (Festival Puccini, Flavio Insinna,Maddalena Crippa,Sky,Labyrinth, Produzioni per il cinema, Produzioni teatrali…)